Studio Tecnico Nicola Venturi

Fabbricati fantasma

FABBRICATI FANTASMA

Dal 03/05/2012 al 02/07/2012 sono pubblicati all’Albo pretorio dei Comuni presenti negli elenchi gli atti relativi all’attribuzione della rendita presunta a tutti gli immobili cosiddetti fantasma, consultabili anche presso gli Uffici provinciali dell’Agenzia del Territorio.
Sul sito internet dell’Agenzia è inoltre consultabile possibile consultare l’elenco delle particelle di catasto terreni e le corrispondenti unità immobiliari del catasto edilizio urbano oggetto di attribuzione di rendita presunta.

I soggetti interessati possono chiedere, con istanza in carta semplice, il riesame dell’avviso di accertamento, in sede di autotutela, nei seguenti casi:

errata intestazione della particella di catasto terreni su cui è stato edificato il fabbricato non dichiarato;
non accatastabilità dello stesso fabbricato;
avvenuta presentazione, precedentemente alla data di registrazione in atti della rendita presunta, della dichiarazione Docfa per l’accatastamento del fabbricato stesso.

La presentazione della richiesta di riesame non sospende il termine per la proposizione del ricorso.
Il termine per la proposizione del ricorso avverso gli atti di attribuzione della rendita presunta, dinnanzi alla Commissione Tributaria provinciale competente, decorre trascorsi 60 giorni dalla data del 03/05/2012, ossia dal 02/07/2012.

La rendita presunta è attribuita in via transitoria, nelle more dell’iscrizione in catasto del fabbricato non dichiarato, attraverso la predisposizione della dichiarazione di aggiornamento con procedura Docfa.
Al riguardo, i titolari di diritti reali sugli immobili pubblicati, ai quali è stata attribuita la rendita presunta, sulla base di quanto disposto dall’art. 11, comma 7, del D.L. 02/03/2012, n. 16, sono tenuti comunque a presentare le relative dichiarazioni di aggiornamento catastale entro il 31/08/2012, al fine di evitare le ulteriori sanzioni amministrative, quadruplicate, previste nel caso di mancata presentazione entro tale termine (Art. 2, comma 12, del D. Leg.vo 14/03/2011, n. 23).