Studio Tecnico Nicola Venturi

Rivalutazione terreni edificabili e con destinazione agricola: circolare agenzia entrate 25/10/2011

RIVALUTAZIONE TERRENI EDIFICABILI E CON DESTINAZIONE AGRICOLA: CIRCOLARE AGENZIA ENTRATE 25/10/2011

Con la Circolare 24/10/2011, n. 47/E l'Agenzia delle Entrate riepiloga la disciplina della rideterminazione del valore dei terreni, prevista inizialmente dagli artt. 5 e 7 della L. 448/2001 e per la quale sono stati ora riaperti i termini con il recente Decreto Sviluppo (D.L. 70/2011).
La rivalutazione consente a coloro che detengono terreni edificabili e con destinazione agricola di rideterminare il loro costo o valore di acquisto, utilizzando il relativo costo rideterminato ai fini del calcolo delle imposte sul reddito. Per poter utilizzare il valore rideterminato, in luogo del costo storico, il contribuente è tenuto al versamento di un’imposta sostitutiva sulla base del valore risultante da un’apposita perizia giurata di stima.
Si ricorda che il Decreto Sviluppo ha stabilito che la rivalutazione agevolata è dunque ora ammissibile per i terreni posseduti alla data del 01/07/2011, in luogo della precedente fissata al 01/01/2010, e sono di conseguenza aggiornati i termini per il versamento della prima delle 3 rate annuali dell’imposta sostitutiva e per la redazione e il giuramento della perizia di stima che vengono fissati al 30/06/2012, rispetto alla precedente scadenza del 31/10/2010.
Abilitati alla redazione della perizia per i terreni sono gli iscritti agli albi degli ingegneri, architetti, geometri, dottori agronomi, agrotecnici, periti agrari e periti industriali edili.